martedì 19 aprile 2011

Pane di salvataggio...



Terrore, panico, tragedia.......... si è rotta la macchinetta del pane......proprio ieri che volevo provare, dopo tanti anni, a cuocervi il pane.......proprio ieri che avevo voglia di trovare, al mio rientro a casa, di sera, un bel pane soffice e profumato, appena sfornato come sorpresa di bentornata a casa..........invece rientro esattamente tre ore dopo aver programmato la macchinetta, proprio il tempo necessario perchè sfornasse una bella pagnotta e cosa trovo? Il pane ben lievitato ma ancora crudo!!!! Così, non sapendo se il cestello si potesse mettere nel forno, ho messo l'impasto nello stampo da plumcake, fatto lievitare ancora per un'oretta e guardate qui che cosa ho sfornato? Certo...l'ora di cena era ormai passata ma una bella fettona con la Nutella l'ho gustata che era una meraviglia!!!!

E' un pane al latte, dagli ingredienti e dalla preparazione semplice, sofficissimo e, cosa importante, a "lunga conservazione": si è mantenuto morbido per 5 giorni, conservato senza alcuna cura particolare.
Buono buono, da provare anche la versione mignon.
Ingredienti

400 gr di farina 00
180 gr di farina manitoba
300 ml di latte (io ne ho aggiunti una ventina in più)
50 gr di olio EVO
50 gr di zucchero
10 gr di sale
15 gr di lievito di birra

Impastare gli ingredienti nel solito modo se avete la MDP, altrimenti disporre la farina a fontana, sciogliere il lievito nel latte tiepido e aggiungere un cucchiaino di zucchero. Versare al centro lo zucchero, l'olio e il lievito sciolto e iniziare ad impastare. Sciogliete il sale in un goccino di acqua e versatelo nell'impasto. Impastare bene e a lungo gli ingredienti, coprire e far lievitare 3 ore.

Riprendere l'impasto e metterlo nello stampo da plumcake, coprire e far lievitare un'ora circa.
Pennellate la superficie del pane con il latte e infornate a 180° per 30-40 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento