mercoledì 2 ottobre 2013

La mia prima ruffle cake

E la mia giuggiolina ha compiuto 8 anni ... un anno in più, molti centimetri in più e un dentino in meno: proprio ieri notte ne ha perso uno, con sua grande gioia e soddisfazione perché sapeva che oltre ai regali di compleanno avrebbe ricevuto anche i soldini del topolino. Per averli prima è andata a nanna anche molto presto!


Insomma, un anno in più ... che cosa strana: mi sembra ormai tutto appartenente al passato remoto: la gravidanza, lei neonata, i primi passi e le prime parole e le prime sgridate! Il primo baciuzzo a me che sono la sua mamma morbidosa, il primo ti voglio bene e tutti i giochi, le passeggiate, i momenti trascorsi insieme a disegnare, oppure leggendo l'Atlante (il suo libro preferito) ... la prima altalena, le ginocchia sbucciate...
 
Ora che ci penso, per una mamma è impossibile fare l'elenco di tutti i momenti trascorsi con un figlio. E allora perchè ci si sente sempre inadeguate? Come se ogni volta non facessimo la cosa giusta...o con un perenne senso di colpa perchè lavoriamo o semplicemente perchè ogni tanto vogliamo dedicare un'ora solo a noi ...

 
 

 
 
Tornando al compleanno ... quest'anno, al contrario degli ultimi due anni, causa crisi, ho scelto di non farle festeggiare il compleanno in ludoteca, con non poca delusione da parte della mia piccolina.
 
Mai scelta fu così azzeccata!! Non solo ha comunque festeggiato con i suoi compagni di classe, a scuola, con tanto di focaccine e girella alla Nutella, ma abbiamo organizzato una bella festicciola in famiglia, con nonni zii e cuginetta in arrivo.  Una bella cenetta, un po' di commozione per la letterina ai nonni, dato che il suo compleanno coincide con la Festa dei nonni e tanta armonia in famiglia.
Insomma, molte volte al dolore di una rinuncia, corrisponde la gioia del sapersi accontentare, del capire che anche nelle cose semplici ci sono divertimento e serenità...
 
 
 Per quanto riguarda questa torta, vi spiego tutto subito. Dopo tre anni di seguito di Winx, di cui due documentati qui e qui ... anche quest'anno ero pronta ad una nuova sfida Winx....invece la piccola peste ha detto no: "Mamma quest'anno niente personaggi" ... "Era ora!" ho pensato tra me e me ... così con la faccia "dispiaciuta" le ho risposto che ci avrei pensato io. La richiesta era una torta su due piani, bianca o al massimo rosa, senza personaggi, semplice.... così finalmente ho potuto sperimentare la tecnica del ruffle che ultimamente ha attratto molto la mia attenzione sul web, tra tutorial e foto varie. E devo ammettere che mai come quest'anno mi sono divertita a fare la torta di compleanno!!!

La torta è, come vedete su due piani: la base è un pan di Spagna (ricetta di Montersino), farcito con crema chantilly e bagnato con limoncello. Il piano superiore è per metà una dummy (ovvero una base in polistirolo) e per metà una goduriosissima torta al cioccolato farcita con una crema di mascarpone e dulce de leche...chevvelodicoaffà, di una bontà unica!!!!!

Per le dosi:
Pan di Spagna di Montersino per teglia da 26 di diametro:

210 gr di farina 00 setacciata
70 gr di amido di mais o fecola di patate
245 gr di zucchero
350 gr di uova intere
un pizzico di sale
buccia di limone grattuggiata (o estratto di vaniglia o qualsiasi altro aroma vogliate)

Montare le uova con il pizzico di sale e gli aromi e lo zucchero, fino ad ottenere un composto molto gonfio e spumoso: se usate il frullino elettrico dovrete montarle per almeno 20 minuti. Con la planetaria ne bastano 10.

Aggiungere la farina e mescolarla a mano, delicatamente. Infornare a 180° per 25 minuti.

Per la farcia, per questa torta che uscirà a due strati, sono stati sufficienti 600 gr di crema pasticcera alla quale andrete ad aggiungere della panna montata a piacere (Chantilly)

Per la crema (ricetta per mezzo litro):
500 gr di latte
3 tuorli
140 gr di zucchero
60 gr di farina
un pizzico di sale
vaniglia, ecc. aromi a piacere

Far bollire il latte. Intanto battere le uova con lo zucchero, sale e aromi. Aggiungere la farina e mescolare bene. Versare a filo il latte bollente e continuare a mescolare. Riporre il tegame sul fuoco per fare addensare la crema.

Per la bagna, ho diluito il limoncello con l'acqua.

Per il piano superiore ho usato una teglia da 18 di diametro:

torta al cioccolato per una teglia da 18:
113 gr di farina
113 gr di burro a temperatura ambiente
85 gr di zucchero
29 gr di cacao amaro
57 gr di cioccolato fondente fuso
3 uova (separare i tuorli dagli albumi)
5 cucchiai di latte

Montare gli albumi a neve. Montare il burro con lo zucchero, aggiungere i tuorli e mescolare. Aggiungere il cioccolato fuso, la farina e il latte. Per ultimi gli albumi a neve. Infornare a 180° per 40 minuti. E' una torta cioccolatosa al punto giusto che non necessita di bagna.

Crema al mascarpone e mou

per il mou, seguo la ricetta classica che si trova ormai su tutto il web: far bollire un barattolo di latte condensato per due ore e il gioco è fatto. Difficilissimo vero??

ora, aggiungete questa bontà al mascarpone e qualche cucchiaiata di panna.

Per la pasta di zucchero, ne ho usato un kilo e ho usato la ricetta della "pasta di zucchero setosa" letta e riletta su Cookaround: devo dire GRAZIE a chi ha collaudato questa splendida ricetta ... ha una consistenza eccezionale!!!

Dose per un kilo di pdz:
900 gr di zucchero a velo setacciato
60 gr di acqua
12 gr di colla di pesce
140 gr di glucosio
14 gr di glicerina per alimenti

Pesare l'acqua e mettervi a riposare per 10 minuti la colla di pesce. Quando è ammorbidita, aggiungere il glucosio e la glicerina e far sciogliere tutto a fuoco lento, fino ad ottenere un liquido trasparente e limpido. Versare il tutto sullo zucchero a velo, in una ciotola (fate un buco a fontana al centro) e iniziare a mescolare col cucchiaio in legno, terminare impastando con le mani. Non aggiungete atro zucchero a velo: mettere semplicemente il panetto in pellicola e farlo riposare per 12 ore.

Per fare i ruffles ho mescolato 250 gr di pasta di zucchero semplice con 250 gr di pdz alla quale ho aggiunto un cucchiaino di cmc.

Colla edibile per incollare la pdz: 5 cucchiaini di acqua, 1 cucchiaino di cmc e far riposare una notte in frigo.

Consigli per ottenere dei ruffle carini e che non "svengano":
- fare le strisce non troppo lunghe, unire piuttosto varie striscette alla volta
-tra un ruffle e un altro, inserire dei rotolini di alluminio, per evitare, appunto, che cadano in giù
- non commettete la mia leggerezza che ho sbagliato sapendo di sbagliare: mai mettere a contatto panna e pdz! La panna che vi entra in contatto gocciolerà miseramente, colorante compreso....
 
 

3 commenti:

  1. Anonimo5.10.13

    très joli et girly!! la petite devait être aux anges!! :)
    Alinecuisine

    RispondiElimina
  2. Ma è bellissimo !!! Sono sicura che una piccola stava contentissima !
    Sono Ingrid, francese del nord, amica con Graziella.

    RispondiElimina
  3. @ alinecuisine grazie mille!!! Piacere di conoscerti!!!
    @ingrid grazie mille per la visita!!! piacere di conoscerti!

    RispondiElimina